#ILoveIT: Calcata Vecchia, piccolo rifugio hippie

Rifugio di hippie e giovani creativi.

ūüďć Calcata Vecchia¬†√® un piccolo comune della¬†provincia di Viterbo¬†che, sebbene si trovi a soli¬†40 chilometri da Roma, √® riuscito a conservare intatti i propri patrimoni storico e naturale.

Il centro storico di Calcata, arroccato su una montagna¬†di tufo, domina la verde¬†Valle del fiume Treja. Al borgo si accede dall’unica porta che si apre sulle mura. Oltrepassando il portone d’ingresso si fa all’improvviso¬†un salto indietro nel tempo. Dove ora sorge il Treja c’era il Paleotevere, il fiume di Romolo, prima degli sconvolgimenti vulcanici del Pleistocene.

Calcata ricorda la vicina Civita di Bagnoregio, il borgo rinato sulla roccia dove per√≤ selfie e affitti brevi hanno portato all’overtourism. Troppo infatti sono le visite per un sistema ancora cos√¨ fragile.

Qui invece l’autenticit√† del luogo, passato nei millenni da centro falisco, poi etrusco fino ad essere per secoli conteso dalla nobilt√† romana, dove le alture di tufo delle zone circostanti ricordano i sette colli capitolini , √® rimasta intatta anche grazie alla sua particolare comunit√†.

Gli attuali residenti giunsero negli anni sessanta e settanta quando i vecchi abitanti abbandonarono il borgo per spostarsi nella valle. Erano tutti artisti e creativi in cerca di libertà ed è per questo che oggi Calcata è riconosciuto come il Borgo degli artisti.
Non ci sono solo pittori e scultori, anche musicisti e attori. Si possono incontrare direttamente gli artisti nei loro studi d’arte o ammirare le loro opere esposte nelle gallerie e negli spazi espositivi.

Da oltre quarant’anni vive qui Paolo Portoghesi, famoso architetto, che con la moglie ha realizzato un giardino letterario di tre ettari accanto al centro storico, sparso di citazioni dei suoi modelli.¬† I boschi vicini sono stati invece trasformati in laboratori di pittura con percorsi dove sono esposte le opere realizzate con i materiali grezzi del bosco, una sorta di ritorno alla natura degli artisti. E non manca una grotta trasformata in teatro dove vengono trasmessi concerti ed eventi di arte e design.

ūüĎÜ il giardino letterario di Paolo Portoghesi a Calcata

Tutto il territorio intorno è sparso di piccoli borghi e da lunghi tratti di natura indisturbata. A Casale sul Treja, a dieci minuti da Calcata, i bambini possono esplorare il Parco degli Spaventapasseri, dieci ettari di verde con un ruscello ed animali lasciati liberi.

Accanto partono i sentieri del parco regionale della Valle del Treja che arrivano alle cascate de monte Gelato, con la sua torre medievale e il mulino ad acqua. Qui verde e natura a perdita d’occhio si fondono con i piaceri della buona tavola e del relax tra un piatto di fettuccine fatte a mano, carne alla griglia e un buon bicchiere di vino tra cui l’Habemus, che ha ricevuto nel 2019 le 4 viti dall’Associazione sommelier.

© Copyright 2020 Viaggi Nobile | All rights reserved